L'esperienza al servizio del Comune di Massa
 

edilizia residenziale pubblica
1.500 alloggi in cooperative di abitazione, 4.000 alloggi di edilizia sovvenzionata: questi sono i dati del contributo portato da Badiali al fabbisogno di prima casa, sia come Amministratore Delegato del Consorzio provinciale ACLI-Casa, sia come Presidente Provinciale dell'Istituto Autonomo Case Popolari (oggi ATER). Da Assessore regionale alla Casa e quale componente dell'Esecutivo del CER si è impegnato per riformare l'edilizia sovvenzionata e agevolata con nuove leggi regionali e per far giungere in Toscana finanziamenti per migliaia di alloggi a favore dei 10 IACP provinciali, delle cooperative di abitazione dei differenti movimenti cooperativi, dell'edilizia agevolata realizzata da centinaia di piccole imprese edili e da cooperative di produzione e lavoro.

realizzazione delle commissioni circoscrizionali per l'impiego
la riforma del mercato del lavoro (L.56) ha portato alla costituzione della Commissione regionale per l'impiego e delle Commissioni Provinciali e Circoscrizionali per l'impiego. Tale riforma ha consentito di rendere maggiormente partecipi e protagonisti sia le categorie produttive sia i sindacati. Il livello delle sezioni circoscrizionali per l'impiego ha consentito, inoltre, a Badiali, di proporre tale dimensione amministrativa per la candidatura delle aree Ob. 2 e 5b della Toscana, ottenendo aiuti su tre/quarti del territorio regionale.

osservatorio mercato del lavoro e orientamento professionale
questi due importanti strumenti, l'uno di conoscenza, l'altro di regolazione del mercato del lavoro, trovano, finalmente, un quadro normativo regionale avanzato, presupposto di una loro reale efficacia.

nuova imprenditorialità
la legge regionale 83 ha permesso lo sviluppo di nuova occupazione attraverso la creazione di imprese, finanziando sia in conto capitale che in conto interesse, le imprese costituite, almeno per il 50% da giovani, inoccupati, cassaintegrati a zero ore, emigranti di ritorno, ecc.

emigrazione
i cittadini toscani espatriati hanno ottenuto una legge capace di valorizzare la loro presenza all'estero e di facilitare il rientro di quanti si trovassero con il desiderio o la necessità di tornare in Toscana.

immigrazione
la legge regionale approvata ha tentato di dare una prima risposta di civiltà al problema (sicuramente di difficile soluzione) per un inserimento dignitoso nella vita sociale e culturale della nostra Regione di quanti si trovino, sul nostro territorio, in condizioni di estrema precarietà.

cantieri di lavoro
al fine di sostenere l'occupazione, oltre a finanziare numerosi "cantieri di lavoro", è stata proposta una legge regionale che ha finalizzato i cantieri di lavoro all'occupazione dei soggetti più deboli del mercato del lavoro.

riforma del consorzio zona industriale apuano
la nuova legge regionale ha consentito maggiore autonomia al Consorzio zona industriale apuano e ne ha rafforzato i poteri, aprendo l'organismo alla partecipazione di soggetti privati e dotandolo di autonomia finanziaria.

vertenze industriali e bonifiche industriali
rilevante è stata l'attività in tutte le principali vertenze delle aziende toscane e apuane in crisi, alla ricerca di soluzioni per i lavoratori minacciati di licenziamento. La vertenza Massa-Carrara portata a livello di Presidenza del Consiglio dei Ministri consentì di aprire un percorso per l'ottenimento sia di fondi europei, sia di fondi nazionali per la reindustrializzazione. Particolare impegno è stato profuso per il riconoscimento di "area ad elevato rischio ambientale" che ha successivamente consentito l'arrivo di importanti risorse finanziarie per le bonifiche delle aree industriali, per il risanamento dei fiumi e per l'avvio della lotta all'erosione costiera.

conferenza programmatica provinciale
Badiali ha avuto la delega in Giunta regionale a seguire la realizzazione della Conferenza programmatica provinciale di Massa-Carrara. La Conferenza, svoltasi nel febbraio dell'88, ha fissato le linee di sviluppo del territorio per gli anni a venire. L'appuntamento segnò la fine di una visione fordista dello sviluppo economico locale avviando una visione postfordista dell'economia provinciale.

recupero dei castelli e dei borghi storici
in qualità di Assessore regionale alle politiche comunitarie ha contribuito, attraverso i fondi strutturali europei, a completare i progetti FIO per il recupero e la valorizzazione del circuito dei castelli della Lunigiana, all'interno dei quali si trova anche il Malaspina di Massa; in qualità di Presidente di Bic Toscana ha operato per la progettazione e l'avvio del progetto di recupero a scopo turistico dei Borghi della Lunigiana: progetto che sarà esteso anche ai borghi della costa apuana.

promozione all'estero dell'economia toscana
per diversi anni l'attività ha mirato a rendere sinergica l'azione della Regione Toscana nella promozione all'estero dei prodotti e delle attività della nostra regione. Ha guidato numerose missioni all'estero per realizzare accordi commerciali, ha promosso fiere specializzate di settore, ha presieduto il comitato di coordinamento delle attività promozionali della regione aprendo la strada alla costituzione dell'APET (l'attuale agenzia regionale pubblico-privata per la promozione all'estero dell'economia toscana).

istituzione delle commissioni provinciali dell'artigianato
il riassetto normativo e la regolamentazione del settore dell'artigianato, vera spina dorsale dell'economia della Toscana, ha impegnato per diverso tempo l'attività di badiali, in qualità di assessore regionale alle attività produttive. La costituzione delle commissioni provinciali dell'artigianato ed una serie di leggi per migliorare la regolamentazione del settore e per facilitare l'accesso al credito delle imprese artigiane sono tra i principali obiettivi raggiunti.

fondi strutturali europei
pochi conoscevano nel 1988 i fondi strutturali europei. Con la tenacità tipica che contraddistingue gli apuani, Badiali, si è impegnato in Europa per l'ottenimento del Fondi strutturali europei per le aree "a rapido declino industriale". La Provincia di Massa-Carrara è stata inserita dal 1989 al 1993, dal 1994 al 1999, dal 2000 al 2006 all'interno delle aree che godono di ingenti aiuti europei a favore dell'economia locale. Il problema si presenterà dopo il 2006 quando tali importanti risorse saranno spostate verso i Paesi di nuova adesione all'Unione europea. Badiali opera a Bruxelles su questa tematica da diversi anni alla ricerca di soluzioni alternative.

vivai per la nascita e lo sviluppo delle microimprese
in qualità di Presidente del BIC Toscana (Agenzia di Sviluppo regionale) ha contribuito a realizzare e ad avviare due incubatori di piccole imprese (a Massa, in Via Dorsale) e a Venturina (LI), al fine di promuovere piccole imprese nei settori delle nuove economie legate alla "società dell'informazione" (telecomunicazioni, tecnologie informatiche e multimediale), alle biotecnologie e alle nanotecnologie. Tutta la nostra economia sarà investita da questi settori che rappresentano con il loro avvento l'avvio della "terza rivoluzione industriale".

i gruppi di pressione a livello europeo
Badiali ha presieduto in Europa diversi gruppi di pressione. E' stato coordinatore europeo delle 100 Regioni Obiettivo 2 e 5b. Ha svolto funzioni di Vicepresidente di RETI (la rete delle regioni a nuova tecnologia industriale. E' stato per alcuni anni Vicepresidente europeo di Meridiana una rete di consulenti per lo sviluppo locale e Vicepresidente europeo di Europe Forum Territoire, una rete di informazione e formazione degli agenti di sviluppo locale. Attualmente è Presidente europeo di Euro*IDEES (la rete europea dei protagonisti dello sviluppo locale).

 
Perchè votare Luigi BADIALI?
 

per portare Massa in Europa
dopo il 2006 con la scomparsa dei fondi strutturali il territorio di Massa dovrà confrontarsi con i territori più forti d'Europa per ottenere le risorse e gli aiuti europei direttamente da Bruxelles e non più da Firenze. Si aprirà una importante pagina per l'economia del territorio che avrà bisogno di assistenza tecnica e politica, ma soprattutto della capacità di realizzare reti con realtà che esprimono analoghi bisogni.

per sviluppare progetti di riqualificazione urbana
si deve fermare la cementificazione della città. Per realizzare questo obiettivo andranno avviate nel Comune di Massa ingenti opere di recupero edilizio e di riqualificazione urbana. Nuovi modelli operativi consentiti dalle Leggi Bassanini, quali le Società di Trasformazione Urbana, saranno in grado di agevolare tali azioni consentendo accordi pubblico-privato e mobilitando le risorse pubbliche e private in modo più mirato.

per un traffico e una mobilità sostenibile
il problema del traffico sta appesantendo la qualità della vita della città. Sono notevolmente aumentati i tempi richiesti da normali spostamenti sul territorio comunale. Si tratta di intervenire con la creazione di numerosi parcheggi di prossimità e con la riorganizzazione viaria e dei servizi pubblici di trasporto urbano. Andrà realizzata la variante Aurelia e dovrà essere attuata la terza corsia dell'Autostrada.

per una formazione permanente del capitale umano e del capitale sociale
i territori dovranno sempre più competere con altri territori, sotto la spinta della globalizzazione e dell'integrazione europea. Ciò induce ad investire risorse europee che saranno ancora disponibili nei prossimi anni indirizzandole verso una formazione durante tutto l'arco della vita del capitale umano. Ma la vera sfida sarà rappresentata dall'investimento che andrà indirizzato a valorizzare il capitale sociale, vera risorsa strategica del territorio, la quale può risultare decisiva nella competizione che sarà posta in essere dall'affermarsi della società della conoscenza.

per creare i servizi di eccellenza al sistema economico e produttivo delle piccole e medie imprese
dall'emergenza occupazionale alla reindustrializzazione e alla qualità dello sviluppo. Oggi le piccole e medie imprese hanno bisogno di fare rete sul territorio e all'estero. Oltre a rafforzarle dal punto di vista finanziario e organizzativo, attraverso processi qualità di prodotto e di processo, andrà valorizzato sul territorio tutto quanto può condurre a fruire di ricerca, innovazione e trasferimento di innovazione. BIC Toscana, IMM, Consorzio ZIA, Consorzio ERICA, Camera di Commercio e Categorie, dovranno operare unitariamente al fine di consolidare il Distretto industriale e di affermare la democrazia economica.

per un mare più pulito e per il ripascimento morbido
del litorale lo sviluppo locale sostenibile produce un segno distintivo che consente di rendere il territorio più vivibile e maggiormente attraente sia per i turisti sia per gli investitori. Tra le emergenze maggiori del territorio si dovrà attuare la lotta all'inquinamento marino e completare il sistema di depurazione delle acque. L'erosione costiera dovrà finalmente essere sconfitta attuando forme di ripascimento "morbido" sul modello di successo attuato da alcuni anni dal Comune di Terracina.

per abbattere ogni forma di inquinamento
particolare attenzione sarà prestata alla lotta agli inquinamenti acustici e atmosferici di cui soffre il territorio. Badiali è stato protagonista del movimento che promosse il Referendum per la chiusura della Farmoplant, ma nuovi pericoli incombono sulla salute dei cittadini. L'inquinamento acustico e atmosferico, che permane, sono nemici subdoli, che minano la salute dei cittadini creando costi sociali enormi.

per il recupero del centro storico e dei Paesi a monte
la salvaguardia dell'ambiente cittadino, del verde urbano, la valorizzazione delle Alpi Apuane porterà Badiali ad interessarsi fortemente dei problemi dei paesi a monte e del centro storico, attraverso il completamento dell'arredo urbano e della realizzazione dei parcheggi. I paesi a monte, in particolare, dovranno vedere avviate opere di risanamento, recupero edilizio e riqualificazione urbana finalizzando il patrimonio abbandonato a scopi residenziali e turistici, avviando un'azione di ripopolamento e di flusso migratorio contrario alla tendenza degli ultimi cinquanta anni, così come avvenuto in molte altre parti d'Italia.