Il lavoro di questi anni
 

Luigi Badiali, nato a Massa il 13 aprile 1947.

Sposato con una figlia.

Dal 1969 al 1971 svolge attività di dipendente del Patronato ACLI (Ente di Assistenza ai Lavoratori).

Dal 1971 al 1996 è dipendente pubblico presso la Sede INPS (Istituto Nazionale della Previdenza Sociale di Massa Carrara - Ente Parastatale). Ente da cui si dimette nel 1996 per svolgere la libera professione.

Dal 1996 svolge attività di libero professionista nella consulenza per progetti, programmi e politiche comunitarie.

Possiede una vasta esperienza di lavoro all’estero ed un ricco potenziale di relazioni e di rapporti interpersonali, che gli derivano dall’aver svolto attività in molteplici e differenti settori.

Il lavoro svolto
Impegnato fin da giovane nell'associazionismo cristiano, Badiali ha svolto ininterrottamente una lunga attività sociale e politica. Tra le attività più significative si segnalano: Attività di dipendente del Patronato ACLI (1969-1971) Dipendente pubblico presso la Sede INPS (1971-1996) Dal 1996 svolge attività di libero professionista, in Italia e in Europa, nella consulenza a progetti e politiche comunitarie.

dal 1995 al 2008
Ha fondato nel 1999 l’Associazione europea Euro*IDEES, di cui è tuttora Presidente (per la promozione di iniziative locali in favore dello sviluppo economico, dell’occupazione e della solidarietà).

L’associazione Euro*IDEES (Associazione internazionale europea senza scopo di lucro), che ha sede a Bruxelles, si interessa di politiche, programmi e progetti europei, in particolare sulle tematiche dello sviluppo regionale e locale sostenibile.

Luigi Badiali ha ricoperto fino al maggio 2005 la carica di Presidente di Sviluppo Italia Toscana ScpA (già BIC Toscana), agenzia di sviluppo di natura pubblica, partecipata dalla Regione Toscana e dal Governo italiano (attraverso la Società del Ministero del Tesoro: Sviluppo Italia Spa).

In qualità di Presidente di “Sviluppo Italia Toscana” ha operato sui temi della creazione di vivai (incubatori) di PMI, dello sviluppo locale, dell’occupazione, dei servizi alle piccole e medie imprese, della programmazione decentrata, della ricerca, dell’innovazione, della diffusione dell’innovazione, dell’innovazione tecnologica sul terreno della società dell’informazione e dell’industria dei contenuti, della finanza avanzata rispetto alle dinamiche del nuovo mercato finanziario, delle biotecnologie agroalimentari, delle nanotecnologie applicate ai lapidei,  di progetti di cooperazione internazionale, in particolare: nel Mediterraneo, nei Balcani, nei Paesi dell’Est europeo.

Attraverso Euro*IDEES ha operato ed opera sui temi collegati allo sviluppo locale in generale e ai temi collegati alle politiche attive del lavoro e all’agenda sociale europea ed opera in diversi Paesi europei unitamente agli oltre 300 associati e partner (Enti Pubblici: Regioni – Province – Comuni - Camere di Commercio - soggetti imprenditoriali, ecc.).

In questi settori ha prodotto moltissimi documenti, ricerche, progetti, materiale didattico, articoli, interventi, oltre ad aver partecipato a una miriade di convegni nazionali ed internazionali e a seminari formativi, in qualità di relatore e di docente.

Gli incarichi ricoperti dal 1995 al 2008:

    • Presidente di Euro*IDEES (Associazione Internazionale senza scopo di lucro di diritto belga promossa tra soggetti pubblici e privati sul tema dello sviluppo locale) dal 1999;
    • Consigliere comunale PD al Comune di Massa dal 2003 al 2008;
    • Presidente della Commissione Lavoro e Occupazione in consiglio comunale dal settembre 2007 all’Aprile 2008;
    • Presidente di Sviluppo Italia Toscana dal 1997 al 2005;
    • Vice Presidente di Meridiana (Associazione europea senza scopo di lucro di diritto francese: rete di agenti di sviluppo locale con associati di Francia, Italia, Spagna, Portogallo e Grecia) dal 1997 al 2002;
    • Consigliere d’Amministrazione di Europe Forum Territoire (Associazione senza scopo di lucro di diritto belga promossa tra soggetti protagonisti dello sviluppo locale per la produzione di strumenti d’informazione e azioni di formazione) dal 1998 al 2002;
    • Docente, sui temi dello sviluppo locale, in numerosi master universitari presso l’Università Statale di Pisa, l’Università Cattolica di Piacenza, l’Università Statale di Milano; l’Università Pompeu Fabra di Barcellona; la Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione del Governo nazionale (presso la Reggia di Caserta); l’Università Statale di Madrid.

    dal 1987 al 1995
    In qualità di assessore regionale toscano all'economia, alla casa e al lavoro ha preso parte a numerose iniziative e programmi in ambito nazionale e comunitario, ricoprendo diverse cariche all'interno di organizzazioni europee.

    a livello europeo
    Vice presidente di RETI, 30 regioni europee a tecnologia industriale
    Coordinatore europeo del gruppo di pressione di 60 regioni d'Europa per l'obiettivo 2 dei fondi strutturali (1990-1995) Rappresentante del presidente della regione Toscana nell'ufficio politico di ARE (associazione di 230 regioni d'Europa) e nell'ufficio politico della Commissione Intermediterranea CPRM (associazione di 130 Regioni della conferenza delle regioni periferiche e marittime)
    Rappresentante della regione Toscana nell'Arco Mediterraneo dell'Alta Tecnologia: rete di regioni spagnole, francesi, italiane
    Presidente del comitato di sorveglianza del PNIC (programma speciale di interventi comunitari nell'arcipelago toscano, ex-cassa per il Mezzogiorno)
    Presidente del comitato di sorveglianza del PIM: programma integrato mediterraneo della Toscana
    Presidente del comitato di sorveglianza dell'obiettivo 2 della Toscana

    a livello nazionale e regionale
    Coordinatore dei venti assessori regionali per conto della conferenza permanente dei presidenti delle regioni, in materia di lavoro, industria, artigianato e commercio
    Componente della task force per le piccole e medie imprese, presso la presidenza del consiglio dei ministri
    Vice presidente del consiglio nazionale dell'artigianato, presso il ministero dell'industria, artigianato e commercio
    Componente dell'Esecutivo del Comitato per l'Edilizia Residenza (CER) del Ministero dei Lavori Pubblici.
    Presidente del comitato tecnico dell'artigiancasse della Toscana (credito artigiano)
    Vice presidente della commissione regionale per l'impiego
    Presidente della commissione regionale per le autorizzazioni alla grande distribuzione
    Presidente del comitato di coordinamento regionale per la promozione all'estero dei prodotti toscani
    Ha promosso e presieduto la terza conferenza regionale dell'emigrazione toscana
    Ha promosso e presieduto la prima conferenza regionale sull'Immigrazione
    In questi settori, innumerevoli leggi regionali sono state da lui proposte e approvate dal consiglio regionale della Toscana (tra le più significative: creazione di nuova occupazione e di nuova imprenditorialità; istituzione dell'osservatorio regionale del mercato del lavoro; istituzione delle strutture di orientamento professionale; sostegno dei cittadini toscani all'estero; sostegno dell'immigrazione; riqualificazione delle periferie urbane; edilizia agevolata e sovvenzionata; grande distribuzione e pianificazione urbanistica; pianificazione aree industriali; contributi di sostegno all'artigianato; contributi di sostegno alle cooperative; attività estrattive; riforma del consorzio zona Industriale apuano.

    antecedentemente al 1987
    Si è interessato di movimenti giovanili, di movimento cooperativo, di edilizia residenziale pubblica, di cooperative di abitazioni, di enti pubblici di edilizia residenziale, di sindacato dell'inquilinato, di consumatori, di creazione di nuove imprese, di sindacato lavoratori dipendenti nel settore della pubblica amministrazione, di partiti politici e di associazionismo sociale, culturale e del tempo libero. Sui campi elencati ha ricoperto numerosi incarichi a differenti livelli, dal locale al nazionale. Le principali attività svolte:
    Studio e indagine sul lavoro minorile
    Studio e indagine sull'apprendistato
    Partecipazione alle lotte per la casa e promozione di un forte movimento cooperativo di abitazione nelle ACLI-Casa
    Realizzazione di alcune migliaia di nuovi alloggi e di recupero di vecchi alloggi nell'edilizia residenziale pubblica, in qualità di Presidente dello IACP e delle ACLI-Casa provinciali
    Coordinatore della segreteria generale della Confcooperative a Roma
    Vice Presidente nazionale dell'UNCCEA (Unione nazionale dei consorzi e delle cooperative edilizie delle ACLI)